custodia.org proterrasancta.org cmc-terrasanta.com terrasanta.net edizioniterrasanta.it pellegrinaggicustodia.it
iscriviti alla nostra newsletter
Dona il tuo 5 per mille
2013
custodia.org

Venerdì Santo : tutto è compiuto

Non sono ancora le 8 e i pellegrini si accalcano sul sagrato del Santo Sepolcro aspettando che le porte, chiuse dalla sera, si aprano. La voce dell’altoparlante spiega che chiunque entra dovrà restare per tutto il tempo dell’ufficio nella basilica, poiché dopo il passaggio del corteo dei francescani che accompagna il patriarca, le porte si richiuderanno.

Ore 8 : le porte finalmente si aprono. I numerosi fedeli si riversano nella basilica. Tutti sperano di poter accedere al Calvario, ma non tutti lo potranno.
È lì, al Golgota, nel luogo in cui Gesù è stato inchiodato sulla croce, che il Patriarca arriva portando una reliquia della Vera Croce. È lì che nuovamente viene cantato in latino il racconto del sacrificio di Gesù secondo il Vangelo di Giovanni; la corale del Magnificat interpreta il ruolo della folla.

« Uno ad uno, tutti su curvano, toccano la croce con la loro fronte, poi con gli occhi, poi baciano la croce e vanno via», ecco il racconto di una pellegrina del IV secolo.
Dopo il canto della Passione, in fedeltà a una lunga tradizione, i sacerdoti poi alcuni fedeli hanno potuto venerare la Croce. La liturgia si termina con la comunione dopo che il Patriarca, accompagnato da numerosi sacerdoti, ha preso le Specie Eucaristiche, nella tomba vuota,dove riposavano

Ma la giornata dei cristiani di Gerusalemme non è ancora conclusa. In fine mattinata, dei numerosi pellegrini e fedeli di Terra Santa si sono uniti ai francescani della Custodia per la cerimonia della Via Crucis. Attraversando le stradine tortuose e affollatissime della Città Vecchia, la processione si è fermata alle 14 stazioni per commemorare la Passione di Cristo, lungo la Via Dolorosa e nel Santo Sepolcro.

Ma non sono i soli ; infatti, numerosi altri gruppo fanno la Via Crucis questo stesso giorno, seguendo lo stesso percorso. Durante tutto il pomeriggio, si succederanno i gruppi delle parrocchie, degli scout, i gruppo dei pellegrini …

Al convento di San Salvatore, al ritorno dalla Via Crucis, ciascuno vive il silenzio della morte di Gesù a modo suo e si prepara a ritornare in serata al Santo Sepolcro per l’ufficio del Funerale di Cristo.

Questo stesso ufficio è celebrato dalla parrocchia araba nel pomeriggio. Ma al Santo Sepolcro, là dove Gesù è stato deposto dalla croce, là dove le sante donne hanno preparato il suo corpo per la sepoltura nella tomba, là dove ha riposato sulla nuda roccia, là dove la pietra è stata rotolata, la dove tutto è stato compiuto, l’ufficio riveste una solennità particolare.

È l’ufficio più tipico della Settimana Santa, il più avvincente, il più straziante. L’ufficio è presieduto dal Custode di Terra Santa e seguito da una folla impressionante al punto tale che non tutti possono seguirne le varie tappe, ma tutti sono uniti nella stessa preghiera.

Le ultime tappe sono le più impressionanti. Quando Gesù è schiodato dalla croce al Calvario, quando è unto sulla pietra dell’unzione, quando è portato nella tomba. Le porte poi si chiudono sulla tomba, ricordandoci che non è sempre stata vuota e che là si è svolto un mistero ineffabile.

Ma l’ora non è ancora arrivata.

» custodia.org
© 2011 Terra Sancta blog   |   privacy policy
custodia.org    proterrasancta.org    cmc-terrasanta.com    terrasanta.net    edizioniterrasanta.it    pellegrinaggicustodia.it