2013
custodia.org

The St. Francis Ad Coenaculum monastery reopens to pilgrims

Starting today, 1 February 2013, pilgrims can once again celebrate mass at the church in the Monastery of St. Francis Ad Coenaculum (familiarly known as the Little Cenacle), on Mount Zion, a few steps from the site of the Last Supper.
And the Franciscan friars will be able to return to live in their monastery, now completely refurbished. The initial plan called for renovation of only a part of the structure. But after the first few months of works and removal of asbestos, it became clear that the scope of the project would have to be far wider than initially envisaged. The dedicated and constant attention of the Father President of the monastery and the Bursar of the Custody of the Holy Land allowed the Custody’s Technical Office, which had overall responsibility for carrying out the works, to do whatever was necessary to improve all aspects of the structure in both functional and aesthetic terms.
Throughout the structure leading-edge technologies were applied, in particular for reducing rising damp (humidity from the ground), while equipment and technical solutions were implemented which provided a marked savings in energy. In addition, the project allowed the recovery of numerous areas that had previously not been used.
Over the coming months works will continue to restore the garden and renovate the lower chapel in the monastery, which will be embellished with stained-glassed windows designed by the Italian artist Michele Canzoneri.
The restoration of the monastery and the reopening of the church allowing services to be held beside the Cenacle, a place of fundamental importance for the numerous pilgrims who come to Jerusalem to follow in the footsteps of the earthly events of Jesus, is part of a larger project entitled “ HYPERLINK “http://www.jerusalemstonesofmemory.org/”Jerusalem, Stones of Memory”. Through this project the Custody of the Holy Land, with the support of ATS pro Terra Sancta, is restoring and maintaining sanctuaries and monasteries, as well as numerous residences for the Christians of the Holy City.

Il convento di S. Francesco Ad Coenaculum riapre ai pellegrini
Da oggi, 1 febbraio 2013, i pellegrini potranno tornare a celebrare la messa presso la chiesa del convento di San Francesco Ad Coenaculum, sul Monte Sion, familiarmente conosciuto come Cenacolino, a due passi dal Cenacolo, dove si fa memoria dell’Ultima Cena e della Pentecoste.
Ed anche i frati francescani potranno tornare a vivere nel loro convento, ora completamente rinnovato. I lavori di ristrutturazione, iniziati nel marzo 2012, prevedevano inizialmente una ristrutturazione solo parziale dell’edificio. Ma già dopo il primo mese di demolizioni e di rimozione di amianto, è apparso chiaro che i lavori si sarebbero rivelati molto più impegnativi del previsto. La dedizione e la costante cura del Padre Presidente del convento, e dell’Economato della Custodia di Terra Santa, hanno permesso all’Ufficio Tecnico Custodiale, incaricato della realizzazione dei lavori, di non lasciare nulla di intentato per migliorare ogni aspetto della struttura, in termini funzionali e estetici.
In tutto il complesso si sono quindi applicate tecnologie d’avanguardia, in particolare per ridurre l’umidità di risalita dal terreno, e si sono realizzati impianti e soluzioni tecniche che consentiranno un notevole risparmio energetico. L’intervento ha permesso, inoltre, di recuperare molti spazi prima inutilizzati.
Nei prossimi mesi continueranno i lavori di rifacimento del giardino e della cappellina inferiore del convento, che verrà impreziosita con vetrate artistiche disegnate dal maestro Canzoneri.
Il restauro del convento e la riapertura della chiesa che permette di celebrare accanto al Cenacolo, luogo di fondamentale importanza per i tanti pellegrini che giungono a Gerusalemme sulle tracce della vicenda terrena di Cristo, è parte del più ampio progetto intitolato “ HYPERLINK “http://www.jerusalemstonesofmemory.org/”Gerusalemme, Pietre della Memoria“. Attraverso questo progetto, la Custodia di Terra Santa con il sostegno di ATS pro Terra Sancta si fa carico della manutenzione e del restauro di santuari e conventi, oltre che di molte abitazioni per i cristiani della Città Santa.

» custodia.org
© 2011 Terra Sancta blog   |   privacy policy
custodia.org    proterrasancta.org    cmc-terrasanta.com    terrasanta.net    edizioniterrasanta.it    pellegrinaggicustodia.it