custodia.org proterrasancta.org cmc-terrasanta.com terrasanta.net edizioniterrasanta.it pellegrinaggi.custodia.org
iscriviti alla nostra newsletter
Dona il tuo 5 per mille
2016
custodia.org

Un delegato del Papa celebra la Giornata Mondiale del Malato a Nazareth

Giovedì 11 Febbraio, nella Basilica dell’Annunciazione di Nazareth, è stata celebrata la Messa per la XXIV Giornata Mondiale del Malato.
Mons. Zygmunt Zimowski, Presidente del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari, delegato dal Santo Padre, ha dichiarato: « Gesù ha guarito tanti malati e infermi in Galilea! La sua vicinanza agli ammalati è un esempio per noi. È logico quindi celebrare la GMM a Nazareth ».

Il tema di quest’anno è tratto dal Vangelo delle Nozze di Cana.
“Affidarsi a Gesù misericordioso come Maria: qualsiasi cosa vi dica, fatela” (Gv 2,5). Al contempo è incentrato sull’intercessione della Vergine e sulla misericordia di Dio, argomenti sottolineati da papa Francesco in quest’anno della Misericordia.

La Messa, presieduta da Mons. Zimowski, è stata celebrata in latino, italiano e arabo. Alla cerimonia hanno partecipato soprattutto cristiani locali, con i malati al posto d’onore. Dopo l’omelia, i Vescovi hanno raggiunto i fedeli malati per somministrare il Sacramento dell’Unzione. Testimoni della tenerezza del Padre, hanno tracciato una croce sulla fronte e le mani di ciascuno con un’attenzione particolare.
I sacrestani li affiancavano per porgere olio o cotone. Bambini, giovani o anziani: la malattia tocca senza distinzione alcuna, ma Cristo non dimentica nessuno.
« Il Santo Papa Giovanni Paolo II ha istituito la Giornata Mondiale del Malato nel 1992 per sensibilizzare il Popolo di Dio e sottolineare la solidarietà di Cristo nei confronti dei sofferenti: Cristo che ha sofferto per la nostra redenzione », ha rilevato Mons. Zimowski.
« Questa giornata dev’essere un messaggio di speranza non solo per i malati, ma anche per i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari, la cui missione è essenziale per le persone più fragili ».

Linda, abitante di Nazareth e parrocchiana della Basilica dell’Annunciazione, ci confida: « Per me, è stato importante partecipare alla Messa, perché mi ha fatto sentire parte della Chiesa universale. Spero che questa giornata ricordi ai malati che non sono soli nella loro sofferenza poiché Dio è con loro. Nelle nostre preghiere ricordiamo gli accompagnatori e gli operatori sanitari, affinché Dio li ispiri nella loro missione verso i malati ».

Il pellegrinaggio di una settimana è stato organizzato dalla Santa Sede e dall’Assemblea degli Ordinari Cattolici di Terra Santa.
Oltre a Mons. Zimowski, hanno partecipato vari Vescovi, tra i quali l’Arcivescovo siro cattolico di Mosul, Mons. Yohanna Petros Moshe.
I prelati hanno fatto tappa anche a Betlemme, Ramallah e Gerusalemme, approfittando di questa celebrazione, per recarsi nei Luoghi Santi e visitare le innumerevoli Istituzioni sanitarie del Paese.

La Delegazione Pontificia era accompagnata da pellegrini spagnoli, membri dell’Associazione Hospitalidad Jesus de Nazaret.
Il gruppo riuniva malati e accompagnatori.
« Pensavo fosse impossibile venire in Terra Santa in sedia a rotelle –ha dichiarato Araceli – ma ce l’abbiamo fatta! Bisogna dire al mondo che anche gli ammalati possono recarsi in pellegrinaggio, affinché anche altri possano venire. È stato importate perché posso aiutare gli altri, pregando per loro nei luoghi dove Gesù ha vissuto, quando normalmente sono gli altri ad aiutare me ogni ».

Facendo eco alla prossima canonizzazione di Madre Teresa e alla sua vita trascorsa presso i sofferenti, Mons. Zimowski ha annunciato che la prossima Giornata Mondiale del Malato si terrà in India nel 2019.

HM

» custodia.org
© 2011 Terra Sancta blog   |   privacy policy
custodia.org    proterrasancta.org    cmc-terrasanta.com    terrasanta.net    edizioniterrasanta.it    pellegrinaggi.custodia.org