Dona il tuo 5 per mille
2012
custodia.org

"Le mie sentinelle non taceranno mai, né giorno né notte": quarto giorno di lavori del Congresso Internazionale dei Commissari di Terra Santa

Gerusalemme, Convento di San Salvatore, 2 febbraio 2012

La giornata del 2 febbraio è cominciata per i Commissari di Terra Santa partecipanti al III Congresso Internazionale con l’attività dei gruppi linguistici, per proseguire l’elaborazione del documento di lavoro riguardante gli aspetti pastorali e pratici dei pellegrinaggi.

La mattinata è poi proseguita con la presentazione in assemblea di un nuovo rilevante tema, posto anch’esso al centro della riflessione dei Commissari in questa speciale occasione, ossia La comunicazione nella Custodia di Terra Santa. Si tratta di un tema fondamentale, l’interesse per il quale nasce dalla necessità di rispondere alle aspettative e alle esigenze comunicative attuali, che richiedono di andare oltre le strategie ed i canali comunicativi tradizionali e di cercare e sperimentare modalità, strumenti e contenuti originali per far conoscere, apprezzare ed amare oggi la Terra Santa.

La prima comunicazione a questo riguardo è stata quella del dott. Giuseppe Caffulli, Direttore delle Edizioni Terra Santa (ETS), la casa editrice della Custodia, con sede a Milano. Il dott. Caffulli ha illustrato le iniziative sviluppate negli anni più recenti e la situazione attuale di ETS. In particolare, ha accennato al rilancio di Eco di Terrasanta, il periodico legato soprattutto all’attività dei Commissariati e che svolge un ruolo significativo nell’avvicinare il grande pubblico alla Terra Santa e nelle campagne di raccolta fondi per la Colletta del Venerdì Santo e per i progetti di ATS – Associazione pro Terra Sancta, e allo sviluppo della rivista Terrasanta, che nel 2011 ha compiuto 90 anni, celebrati da un convegno a Roma, e che è la rivista storica della Custodia, con dossier su vari argomenti biblici e di attualità, oggi disponibile per gli abbonati anche in formato elettronico. Il dott. Caffulli ha poi parlato della nascita, nel 2006, del giornale on line Terrasanta.net, pensato soprattutto per la vasta platea del web, aperto a temi culturali e politici e, finora, con pagine in italiano, inglese e portoghese. Infine, ha esposto all’assemblea gli altri progetti della casa editrice: il trasferimento a Milano della cura editoriale delle pubblicazioni istituzionali dello Studium Biblicum Franciscanum, della Collana Biobibliografica del Golubovich e delle pubblicazioni del Muski del Cairo; l’apertura dei canali commerciali in Italia e all’estero; l’ampliamento dell’offerta editoriale con nuove collane sulla Terra Santa, il Cristianesimo in Medio Oriente, l’archeologia biblica, l’Ebraismo, l’Islam, il dialogo interreligioso, la spiritualità, e con altri prodotti; la realizzazione della rivista The Holy Land Reviewin inglese; il sito internet www.edizioniterrasanta.it, che offre anche la possibilità di acquistare libri e riviste on line; l’apertura della Libreria Terra Santa a Milano e le attività culturali presso il Centro di Terra Santa; l’organizzazione di mostre e di servizi culturali; l’ufficio stampa che si occupa della comunicazione relativa alle attività di ETS, mette a disposizione di giornalisti e operatori della comunicazione notizie, informazioni e foto sulla Terra Santa e sui Luoghi Santi e supporta le iniziative legate alla Custodia, tra cui le campagne per la Colletta del Venerdì Santo; i nuovi progetti per il 2012, tra cui la vendita di libri in formato elettronico (e-book) e la realizzazione di una libreria on line (www.libreriaterrasanta.it). Il dott. Caffulli annuncia anche che è disponibile per tutti i Commissari un volume che raccoglie gli atti del Convegno svoltosi a Roma lo scorso ottobre per celebrare i 90 anni dalla fondazione della rivista Terrasanta e che i Commissari possono acquistare tutto il materiale del catalogo ETS a metà prezzo, per favorire il loro compito di divulgazione di tutto ciò che riguarda la Terra Santa e la Custodia.

A seguire la presentazione della rivista Terrasanta in lingua portoghese da parte di fra Jorge Hartmann, Commissario di Terra Santa in Brasile. Si tratta di un progetto nuovo, ancora in elaborazione, che dovrebbe essere completato entro la prossima S. Pasqua 2012, quando si prevede l’uscita del primo numero della rivista. Le attese sono molte, legate soprattutto al vasto pubblico brasiliano che, negli ultimi anni, sta mostrando sempre più interesse per la Terra Santa, ma anche alla possibile diffusione in Portogallo e nei Paesi africani di lingua portoghese. Davvero interessante, nella prima fase del progetto, l’idea di far conoscere la rivista e i suoi 90 anni di storia attraverso un video che faccia memoria dell’immenso patrimonio di fatti che sono raccontati e custoditi nelle sue pagine. Il video, realizzato dal Franciscan Media Center della Custodia, è stato proiettato in sala al termine dell’esposizione di fra Hartmann.

Successivamente, vi è stato l’intervento di fra Emilio Bárcena, Direttore della rivista Tierra Santa in lingua spagnola, che ha presentato la rivista soprattutto alla luce di una prospettiva diacronica, che ne ha messo in luce i cambiamenti negli aspetti redazionali e nei contenuti attraverso i decenni, dalla fondazione nel 1921 ad oggi, inquadrandoli nei più ampi cambiamenti di carattere sociale e culturale.

L’ultimo intervento della mattinata è stato quello di Marie-Armelle Beaulieu, caporedattrice della rivista La Terre Sainte in lingua francese, che ha offerto, con uno stile schietto e vivace, un quadro preciso dello stato in cui versa la rivista, delle peculiarità editoriali e di contenuto della testata, dei cambiamenti e dei progressi fatti negli ultimi anni, delle strette relazioni che intercorrono con il Commissariato di Terra Santa in Francia, degli obiettivi da realizzare nel prossimo futuro, tra cui lo sviluppo del coordinamento e delle partnership con i Commissariati dei Paesi di area francofona e l’elaborazione di contenuti per iPad e tavolette digitali.

Al pomeriggio, dopo il pranzo comune presso il Convento di San Salvatore, i lavori dei Commissari sono ripresi con l’intervento di fra Jerzy Kraj, attuale direttore del CIC – Christian Information Center e responsabile dell’FMC – Franciscan Media Center. Fra Kraj ha parlato diffusamente delle due istituzioni poste sotto la sua autorità, cominciando dal CIC, che è gestito dalla Custodia di Terra Santa dal 1973 e che offre ai pellegrini, ai turisti e ai residenti un servizio di informazioni sugli orari d’apertura delle chiese, sugli orari delle celebrazioni liturgiche e sui mezzi per raggiungere i diversi santuari; fornisce ai mass media, agli studenti e alle comunità religiose informazioni su eventi religiosi, scientifici e culturali e sulla vita cristiana in Terra Santa; mette a disposizione i propri spazi per incontri ecumenici e per altre iniziative religiose e culturali; organizza mostre e conferenze con la partecipazione dei cristiani di tutte le confessioni. Nella stessa sede del CIC opera anche il FPO – Fanciscan Pilgrims Office, che offre, tra l’altro, ai gruppi di pellegrini, ai sacerdoti e alle comunità religiose un servizio di prenotazioni di S. Messe nei santuari custoditi dai Francescani, di Ore Sante al Getsemani, ingressi solenni nella Basilica del S. Sepolcro, e di assegnazione degli inviti per la S. Messa della notte di Natale a Betlemme. A poca distanza dal CIC si trova il Franciscan Corner – Libreria Francescana, con un vasto assortimento di pubblicazioni in diverse lingue della Franciscan Printing Press – Stamperia Francescana, delle Edizioni Terra Santa e di altri editori, nonché DVD, CD, album fotografici, materiale informativo in diverse lingue e diversi souvenir. L’FMC – Franciscan Media Center rappresenta invece il Centro Televisivo e Multimediale Francescano, inaugurato nel 2008 e con sede presso il Terra Sancta College, con l’obiettivo di “raccontare la Terra Santa attraverso le immagini”, parlando degli avvenimenti d’attualità e degli eventi religiosi e non di questi luoghi e facendoli conoscere al mondo intero. L’FMC intende innanzi tutto dare voce e visibilità alla Chiesa Madre di Gerusalemme e ai cristiani locali e presta particolare attenzione alla realtà francescana e dei santuari francescani, ma è aperto anche agli eventi culturali e religiosi delle Chiese ortodosse e protestanti e a quelli del mondo ebraico ed islamico. Lavora con tecnologie avanzate ed uno staff di professionisti esperti, in grado di produrre news e reportages, video e documentari, e di curare la trasmissione in diretta delle celebrazioni dai Luoghi Santi.

Il pomeriggio è proseguito con il dialogo e il confronto tra i Commissari e il Custode, fra Pierbattista Pizzaballa, e con i lavori dei gruppi linguistici impegnati nella revisione e rielaborazione della bozza della guida per l’attività dei Commissari. Dopo la discussione dei risultati in assemblea plenaria, la bozza del documento finale è stata presentata alla Commissione designata per l’approvazione.

Infine, prima della cena comune, si è svolta, presso la Chiesa di San Salvatore, la celebrazione eucaristica presieduta dal Nunzio Apostolico in Terra Santa, S. Ecc. Mons. Antonio Franco. È la festa della Presentazione di Gesù al Tempio ed anche la Giornata della Vita Consacrata. Nella sua omelia, Mons. Franco ha rivolto il saluto di benvenuto ai Commissari da parte del Santo Padre e della Chiesa e, a nome del Santo Padre e della Chiesa, ha ringraziato per il legame di servizio che l’Ordine francescano ha saputo mantenere con la Terra Santa attraverso i secoli. E questo III Congresso Internazionale dei Commissari ha aggiunto una nuova pagina a questa preziosa storia che unisce i Francescani alla Terra Santa. Davvero meravigliosa l’opera dei frati di Francesco in questi luoghi: la tradizione dei pellegrinaggi, l’accoglienza dei pellegrini, il servizio religioso e socio-economico che la Custodia svolge con le sue numerosissime opere. I Commissariati si inseriscono anch’essi in questo grande progetto, con il compito di incoraggiare i fedeli a visitare la Terra Santa e a diventare testimoni veraci dell’incontro con Cristo nelle loro famiglie e nei loro Paesi. Questo straordinario impegno francescano, conclude poi il Nunzio, ben esprime il senso della giornata dedicata alla vita consacrata, che nasce come risposta alla chiamata del Signore, come scelta personale e radicale per Cristo, che dura tutta la vita e che richiede un coinvolgimento integrale della persona, fino alla croce, di cui ogni cristiano ed ogni consacrato deve dare testimonianza nel cammino verso la gloria della resurrezione.

In serata, nella Sala dell’Immacolata, alla presenza dei Commissari di Terra Santa, dei frati della Custodia e di molti volontari, si è svolta la presentazione del doppio DVD Tra i popoli di Dio: incontri oltre i muri, con la partecipazione del dott. Meir Margalit, fondatore dell’ICAHD – Israeli Committee Against House Demolitions e Consigliere della Municipalità di Gerusalemme, e della dott.ssa Chiara Tamagno, Presidente dell’Associazione Ponte di Pace onlus e curatrice dell’opera.

Testo di Caterina Foppa Pedretti
Foto di Miriam Mezzera

» custodia.org
© 2011 Terra Sancta blog   |   privacy policy
custodia.org    proterrasancta.org    cmc-terrasanta.com    terrasanta.net    edizioniterrasanta.it    pellegrinaggi.custodia.org